venerdì 27 marzo 2015

Dutilleux calunniato

Succede in Francia, a Parigi, dove, il 2 marzo 2015, il consiglio del quarto arrondissement rigetta la proposta di apporre una targa commemorativa sull’isola di Saint-Louis, dove il compositore passò gran parte della sua vita. La ragione di questo rifiuto? Dutilleux, già membro, dal ’42, del Front National des musiciens, emanazione della Résistance, realizzò, sempre nel ’42, la musica di un film documentario intitolato Force sur le stade: la musica di un film di prop
aganda che vantava i meriti dello sportivo e dell’operaio modello selon Vichy. Tanto è bastato al sindaco del quarto arrodissement, tale Christophe Girard, e a una consigliera di Parigi, tale Karen Taïeb, per accusare il compositore di collaborazionismo e per rifiutare l’apposizione della suddetta targa. Nella politica questa “maniera” oracolare, che gocciola la sapienza delle nazioni, appare sempre un po’ comica. Si sa sempre in anticipo, e per certo, che è figlia della stupidità o dell’ipocrisia.