giovedì 19 marzo 2015

Gli strabici di Kraus

Tra i profeti e i cialtroni di Cioran ci metto gli strabici di Kraus. Direi quasi che lo strabico di Kraus è il tipo che s’incontra più di frequente. Ma chi è costui? È colui che accetta che la guerra «ci sia, ma non che ci sia stata» (Gli ultimi giorni dell’umanità, Milano, Adelphi, 1980, p. 10. Sostituite la guerra con quel che volete… Dunque, «‘C’è la guerra’ ha coperto e permesso ogni vergogna, mentre il monito ‘C’è stata la guerra!’ disturba il ben meritato riposo dei superstiti».