giovedì 9 aprile 2015

A proposito dell’ostensione della Sindone

Dal 19 aprile al 24 giugno, nel Duomo di Torino, verrà esposta la Sindone. L’ostensione della Sindone da secoli conforta la fede, per aria scoppiano gli osanna, i Benedictus, le esultazioni. Oggi che la scienza si accanisce sul lenzuolo, senza peraltro giungere a una qualche conclusione, la fede si trova più che mai rinfrancata. Si ripete, senza nascondere uno sbadiglio, che la fede è la fede e la ragione è la ragione. Sicuramente qualcuno scommette sull’“autenticità” della Sindone (e sui pezzi sparpagliati della croce). Pascal ne rimarrebbe orripilato... Perché la posta in gioco qui è un bel gruzzolo e la fede confortata e rinfrancata è quella negli affarucci… A proposito di affarucci! Einaudi fa uscire un libro di Andrea Nicolotti: “Sindone. Storia e leggende di una reliquia controversa” (pp. 392, euro 32); e Medusa un libro di Franco Cardini e Marina Montesano: “La Sindone di Torino oltre il pregiudizio” (pp. 144, euro 14,50)...