venerdì 22 luglio 2016

«Les prés étaient inondés de rosée»

Mi sono convinto di avere tra le mani, reperito presso il solito mercatino, un libro appartenuto a Elisabetta Carli, la giornalista scomparsa l’anno passato  il 26 marzo 2015  dopo una lunga malattia. Il libro è Les nourritures terrestres di Gide nell’edizione Gallimard. Obliqui e a penna, sul recto della pagina di rispetto, stanno il nome della proprietaria del libro, Elisabetta Carli, appunto, e il seguente indirizzo: Via Terranuova, 37, Ferrara. Elisabetta Carli era di Ferrara. Tra le pagine ho rinvenuto anche un dépliant – un pieghevole – delle SNCF relativo alla tratta Paris-Calais – validità: 26 settembre 93-28 maggio 94. Il volume non è stato letto.

Leggo velocemente le ‘Nourritures’ di Gide nel volume dell’edizione Gallimard posseduto da Elisabetta Carli; leggo: «Les prés étaient inondés de rosée»; che tradotto suona: «I prati erano inondati di rugiada». E però io non riesco a non immaginare prati inondati di Rosè.